72 ore in Algarve

Rédigé avec émerveillement

le 02/09/2019

L’indirizzo perfetto dove accogliere il vento tiepido dell’estate indiana. L’altra faccia dell’’Algarve, andiamo controcorrente e scopriremo una regione dai colori morbidi e luminosiLontano dalle città balneari e dai complessi turistici di massa, batte il cuore di un’Algarve generosa ed autentica, che ha saputo preservare il suo carattere unico. Ed è qui, in questa parte del Portogallo benedetta dalla dolcezza con le sue prelibatezze e i suoi amuleti marittimi, che vi portiamo oggi. In questi luoghi dove le reminiscenze dei grandi navigatori galleggiano ancora nell’aria carica di spruzzi, dove il ritmo della vita è scandito non dall’orologio ma dal “vai e vieni” delle maree … Il luogo e il momento perfetto per cambiare tempo!
GIORNO 1 – VENERDI
Dall’aeroporto di Faro, Malaga o Siviglia, raggiungerete il vostro albergo, situato sulle rive del fiume Guadiana che segna la frontiera tra la Spagna ed il Portogallo. Il profumo delle zagare, la brezza marina e il grido dei gabbiani che volteggiano nell’aria, vi avvolgono già in una quiete benefattrice.

Ore 10.00 Posate i bagagli al Grand House.

Dove la luce dell’Algarve sposa lo charme della Belle Epoque… In questa casa, completamente restaurata, tutto è pensato per farvi viaggiare nel tempo. L’elegante architettura degli anni 20, il design senza tempo, i sapori della gastronomia locale assolutamente bio e il beach-club a soli 5 minuti, vi aprono le porte su uno stile di vita davvero irresistibile.

​​Ore 11.00 – Passeggiata a Vila Real de San Antonio. Non lontano dalle barche a vela ormeggiate lungo il fiume, nella piazza Marques de Pombal batte il cuore di questa autentica cittadina costiera. È giunto il momento di perdersi tra le sue stradine bianche e dritte prima di lasciarsi tentare dai sapori, dai colori e dal ritmo della vita locale nell’autenticissimo mercato coperto.

Ore 13.30 – Far vibrare le papille al Grand Beach House.  State per scoprire il segreto di una cataplana di pesce e frutti di mare dal sapore esplosivo. Questa specialità della tradizione dell’Algarve, deve il suo particolare sapore alla marmitta di rame nella quale cuoce lentamente … Eppure avrete la convinzione che quel gustino così particolare sia dato dalle spezie e perché no, dal coriandolo!

Ore 15.00 – Fare una scoperta per niente insipida. Dopo aver preso d’assalto la fortezza medievale che si affaccia sulla pianura paludosa di Guadiana, Jorge e la sua famiglia vi accoglieranno nella loro magnifica proprietà per raccontarvi la storia di quei luoghi e il metodo di raccolta dell’oro bianco. Le saline di Castro Marim sono diventate rifugio per moltissime specie d’uccelli, attirati dalle acque estremamente ricche di pesce e crostacei.

Ore 20.00 – Esplorare Ayamonte… aguzzate i sensi!

Il ristorante LPA Culinary Bar è un’ottima ragione per attraversare il fiume e di conseguenza il confine e scoprire la cittadine di Ayamonte, siete in Spagna! Nell’atmosfera oziosa e dolce di una serata andalusa, assaporerete le pepite della gastronomia locale che vi faranno vibrare di piacere.

GIORNO 2 – SABATO

Ore 9.00 – Risvegliare il palato.  Una sfoglia croccante e dorata, l’aroma della vaniglia, la crema pasticcera fatta con le uova fresche, risveglieranno le vostre papille scosse da un fuoco d’artificio del gusto … Spolverate di zucchero a velo e/o cannella, le famose Pastéis de nata sono le stars de della pasticceria portoghese. Impossibile resistere !

Ore 10.30 – Giocare all’ornitologo. Tra terra e oceano, il Parco Naturale Ria Formensa vi stupirà per la bellezza delle sue dune che proteggono il parco naturale. A bordo di una barca ad energia solare, silenziosa ed ecologica, vi lascerete trasportare dalla bellezza di questo ecosistema lagunare, scortati da migliaia di uccelli migratori.


.
Ore 12.30 – Attraccare su un’isola deserta
Conoscete un posto migliore di un’isola vergine del parco Ria Formensa per una degustazione di ostriche, gamberetti e prodotti tipici della regione? Cullati dal ritmo delle onde che placidamente si infrangono sulla sabbia dorata, contornati dalla luce magica di questo posto vivrete un momento spensierato e conviviale.

Ore 14.30 – Dimenticare le problematiche del tempo.

Per scoprire il DNA di questo piccolo gioiello di cittadina portoghese, fondata dai fenici, dovrete “perdere” il tempo tra le sue strette stradine. Chiese barocche, case ricoperte d’azulejos, fascino arty e popolazione accogliente e calorosa: qui respirerete la Dolce Vita, quella Portoghese però. Quando il sole cala, lasciatevi tentare dalle terrazze che costeggiano il fiume rio Gilão.
Ore 17.30 – Buongiorno Oceano
Questa è l’ora in cui, i pescatori di Tavira smettono la pesca al tonno e gettano l’ancora sul’Ilha de Tavira, orlata da bianche dune. Proprio qui, si trova l’insolito cimitero delle ancore, incastonate nell’immensità del mare. A pochi passi da qui, la Praia do Barril vi invoglia ad un tuffo nelle acque, non così gelide, dell’Atlantico che fa ancora finta di essere Mediterraneo.

Ore 20.00 – Lasciari cullare dalla morbidezza della notte

Non sapete se avete voglia di una cena alla Gatsby nel Grand Salon oppure di un’autentica enoteca nel cuore di Vila Real de Santo Antonio? Nell’attesa di decidere lasciatevi guidare dalla morbidezza della notte che fa scivolare là qualche nota di fado.

.

GIORNO 3 – DOMENICA
Ore 10.00 – Realizzare il volo di Icaro
Una sensazione di leggerezza inebriante vi invade nel momento in cui toccate il cielo dell’Algarve nella luce del mattino a bordo del vostro giroplano. Intorno a voi, le paludi salate di Castro Marim, la laguna de Ria Formosa, Vila Real de Santo Antonio e l’oceano che flirta con l’infinito. Il vostro soggiorno in Algarve ha preso une piega aerea.
​​Ore 12.30 – Degustazione di tapas alla portoghese.
Comodamente seduti sulla terrazza dell’enoteca vin Ta Certo ombreggiata da vele, le specialità della cucina tradizionale sono rivisitate con semplicità ed originalità in piccole porzioni. Accompagnato da un bicchiere di vinho verde e da un pizzico di fior di sale di Castro Marim, il polpo, bollito o alla griglia, qui ha ancora il sapore dei vecchi tempi. 
Ore 14.00 – Fare ciao ai camaleonti di Vila Real de Santo Antonio

La foresta che collega la città e Monte Gordo, segna l’ultima tappa del vostro week-end in Algarve. A piedi o in bicicletta, seguirete l’ombra dei pini attraverso le dune del littorale ricoperte da erbe aromatiche selvatiche, dove i camaleonti hanno trovato l’ambiente perfetto per vivere e riprodursi. Questo è il momento in cui dovrete trovare un buon motivo (e la voglia) per tornare a casa…

IL PUNTO DI PARTENZA:

“THE GRAND HOUSE”

Ha aperto le porte nel gennaio 2019, ma la sua storia risale a molto tempo prima. Nel 1926, era il punto di passaggio dei mercanti che compravano, vendevano ed esportavano il pesce in scatola, si contavano 27 fabbriche solo a Vila Real de Santo António, considerata all’epoca una delle città più prospere dell’Algarve.

– Posizione: Nel cuore di Vila Real Santo Antonio, proprio nella strada principale di fronte al fiume Guadiana che separa la Spagna dal Portogallo (un traghetto fa la spola tra le due coste). A due passi dalla piazza principale con la sua chiesa, i bar e i negozi. La spiaggia di San António é a qualche minuto di macchina e la cittadina vicina, Castro Marim, merita un giro per il suo castello medioevale e le impressionanti saline. Siviglia si trova a 1 ora e mezza e l’aeroporto di faro a 40 minuti.

Stile&carattere: Completamente rinnovato mantenendo la sua forma originale, dall’architetto svizzero Ernesto Korrodi. La parte interna è stata realizzata dalla talentuosa compagnia locale White & Kaki. L’accento è stato messo sul glamour degli «années folles» (1920-1930), ottenuto grazie ad un mélange di antichità, design coloniale, colori nautici negli spazi pubblici e morbidi nelle camere. Le stampe antiche, le orchidee bianche, le boiseries e gli stucchi, sono inondati di luce naturale.

.

– Servizi&strutture: Personale educato ed efficace. I servizi sono limitati dalla struttura dell’albergo, ma tutto è studiato per offrirvi qualsiasi cosa desideriate. Una camera si trasformerà in SPA per un massaggio previamente richiesto. A fine 2019, quando aprirà la Grand Club House, ci saranno un concept store e un cinema privato. La lista delle «esperienze» è impressionante e va da una cavalcata sulla spiaggia di Tavira alla spa all’aria aperta nella città vicina di Castro Marim.

– Camere: 30, decorate nei colori morbidi dei pastelli. Sui pavimenti in legno sono posati antichi tappeti fatti a mano, vecchie litografie e carte in bianco e nero decorano i muri. Le porte finestre di Korrodi si aprono sulle terrazze. I bagni eleganti concepiti da C.O. Apothicaires Bigelow, con piastrelle bianche e nere, sono tutti dotati di doccia (fatta eccezione per una camera, che ha, invece, la vasca da bagno).

Food&drinks: Food&drinks: Il Grand Beach Club propone pranzi leggeri, pizza ai fichi locali, insalate niçoises al tonno fresco e le prime colazioni a buffet con ricette di uova preparate sul momento e servite nella bella sala da pranzo con vista sul fiume. Potrete trovare il Negroni perfetto o Tom Collins al bar e d’estate al bar del roof top. Per cena, menù degustazione o alla carte. Imperdibili i filetti di triglia

COME ARRIVARE VILA REAL SANTO ANTONIO ?
Volo DIRETTO da Nizza / 2 ore 25:
Volo DIRETTO da Parigi / 2 ore 35:
E se avete qualche giorno in più:
– Toccare con dito il Capo Passero portoghese, Capo Saint-Vincent,
– Ripassare le conquiste dei Mori al castello di Silves,
– Vedere l’Algarve dalla parte Green, visitando i più bei campi da golf del paese,
– Perdersi nella vecchia città incantata di Faro,
– Sempre più in alto sulla Sierra de Monchique,
– Rispolverare le grandi spedizioni marittime del XV e XVI secolo a Lagos,
– Dissetare la retina con il turchese e l’ocra delle scogliere di Ponta de Piedade,
– E perché no, una virata verso i villaggi bianchi d’Andalusia a qualche passo da qui.

Vous aimerez aussi…

Finestra sul Natale

Finestra sul Natale

Da New-York a Sydney passando per Rio, Londra, Vienna, fino ad arrivare in Scandinavia i nostri...

Share This